mente

Visto il successo del post sul cono dell’apprendimento ho deciso di andare più in profondità parlando ulteriormente di questo tema; in questo articolo mi concentrò sulla comprensione di quello che studi.

Per prima cosa prima di affrontare un nuovo argomento dovresti prepararti interiormente ed esteriormente. Con interiormente intendo a livello mentale e con esteriormente faccio riferimento alle cose materiali che ci circondano.

Per essere pronti dentro di se’ dovresti rispettare almeno questi tre requisiti:

  • Desiderio e volontà di apprendere: per caso ami studiare cose imposte da altre persone per cui non nutri alcun interesse? Ami studiare a caso senza alcun obbiettivo che ti motiva? ci siamo capiti? 😉
  • Chiediti: “Come posso applicare questa cosa alla realtà?”, cerca di rendere concrete le cose che studi e immagina un ipotetico scenario in cui potrai applicare in futuro. Qui si vede la differenza tra gli studenti che studiano per superare l’esame e gli studenti che studiano per usare le cose imparate nella vita; nel primo caso i concetti saranno molto meno utili e non verranno ricordati molto bene!
  • Lo studente che sa già tutto: delle volte capita di affrontare argomenti parzialmente conosciuti. La presupposizione di non aver bisogno di ascoltare poiché si sa già tutto non permette di apprendere bene ulteriori nuovi concetti. Si sarà meno disposti ad ascoltare l’altra persona.

Lanscape_italyr

L’ambiente è la materia che ci circonda, esso può stimolare lo studio oppure distrarci. Ognuno ha i suoi gusti, ad esempio io amo leggere immerso nella natura senza rumori fastidiosi attorno, amo prendere appunti con il computer e quando scrivo preferisco la carta gialla e la mia penna personale. Tu potresti preferire la musica come sottofondo, il bar come ambiente e la classica carta a quadretti per prendere appunti. Modellare l’ambiente permette di rilassarsi e aumenta la predisposizione allo studio.

Ora parlo di una tecnica fondamentale partendo da un esempio:

chocolate-birth-day-cake

Quella che vedi qui sopra è una torta l’hai assaggiata e vista più di una volta nella tua vita; magari sei in grado di crearne una.

Ora fai finta di leggere la sua ricetta senza averne mai vista una, senza averne mai assaggiata una, senza sapere che forma ha, senza aver mai visto nemmeno una foto. In una situazione del genere hai compreso bene la torta? Ovviamente è molto difficile…

Ti starai chiedendo cosa cavolo centra con lo studio la torta.

Spiego meglio: tutte le cose materiali tangibili, che puoi vedere, toccare (e magari mangiare) sono la forma della materia. Tutte le descrizioni teorie, e concetti che riguardano una determinata cosa sono il significato.

La forma ed il significato messi assieme creano comprensione delle cose. In questo caso possiamo dire che la comprensione della torta avviene dopo aver letto la ricetta, averla vista assaggiata e creata. Se dai un occhiata, il punto con più apprendimento nella piramide di Dale si parla di fare la cosa reale. Ad esempio ai bambini delle elementari per spiegare la matematica si utilizzano le mele dando forma ad una delle cose più astratte del mondo.

Ovviamente non è possibile provare realmente tutte le cose che apprendiamo ma esiste una tecnica semplice per dare forma al significato e comprendere i concetti astratti che si studiano. Il disegno, prova disegnare le cose che stai studiando, in questo modo darai loro una forma, le ricorderai meglio ed aumenterai la comprensione. Se non hai il tempo per disegnare quello che studi puoi cercare video o foto che rappresentano concretamente i concetti che stai apprendendo ( è molto meno efficace e non sempre si trovano con concetti astratti).

Ricapitolando per studiare meglio bisogna essere pronti interiormente con il desiderio di apprendere, con la domanda Come posso applicare questa cosa alla realtà? e non bisogna fare i saccenti. È utile modellare l’ambiente in funzione dello studio e dare forma al significato per comprendere meglio!

Cono blu apprendimento

Cono apprendimento

Cono apprendimento

Commenta e condividi se ti piace!!

Marco

Altri post che potrebbero interessarti:
Come piacere agli altri
Cambiare stato d’animo con il linguaggio del corpo